Fondi Comuni di investimento

La tutela del risparmiatore è un interesse primario.

Gentile Risparmiatore,

alla luce dell’attuale crisi economica, il dovere di un’informazione sempre più chiara e trasparente accresce contestualmente alla necessità di evidenziare il valore aggiunto derivante dall’investimento in fondi comuni d’investimento.

Diversamente all’investimento in altri strumenti finanziari, i fondi comuni offrono garanzie molteplici, quali:

  • La separazione dei patrimoni del fondo dal patrimonio della SGR
    L’esistenza di una Banca Depositaria esterna alla Sgr, presso cui sono depositati i titoli, garantisce l’esclusione delle quote dei fondi da un’eventuale procedura fallimentare del collocatore.
  • La liquidità e la trasparenza del “valore” degli investimenti
    Il prezzo ufficiale ed univoco della quota di un fondo (cosiddetto NAV) viene calcolato giornalmente, consentendo al risparmiatore di poter richiedere il rimborso delle quote ad un prezzo certo, prontamente liquidabile in pochi giorni.
  • Diversificazione del portafoglio
    Ulteriore garanzia per il risparmiatore sono i limiti imposti agli operatori, in base a norme previste dalla Direttiva Ucits III, relativamente alle quali sono previsti regolamentazioni stringenti sulla diversificazione del portafoglio. La struttura d’investimento dei fondi Aletti Gestielle è, difatti, mediamente diversificata su un centinaio di titoli; tale diversificazione consente di limitare i rischi derivanti dall’investimento.
  • Quadro regolamentare
    La Direttiva Ucits IV, recepita da tutti i paesi della Comunità Europea, regolamenta il sistema dei fondi comuni d’investimento attraverso norme chiare e stringenti.